C’è un modo
infallibile per riconoscere l’ingnorante: l’arroganza con cui si
rapporta verso ciò che non conosce;

c’è un modo infallibile per riconoscere il saggio:
l’umiltà con cui si rapporta verso ciò che non
conosce.